Language
Now in Minsk   The weather in Belarus

Principale Rapporti bilaterali

Cooperazione bilaterale

Il Protocollo sullo stabilimento delle relazioni diplomatiche tra la Repubblica di Belarus e la Repubblica Italiana fu firmato a Roma il 13 aprile 1992 dai Ministri degli Affari Esteri dei due Paesi Pyotr Kravchenko e Gianni De Michelis nel corso della sua prima visita ufficiale in Italia di una delegazione governativa bielorussa guidata dal Presidente del Consiglio dei Ministri Vyacheslav Kebich. La visita, durante la quale si tennero gli incontri dei vertici bielorussi con il Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Giulio Andreotti, il Ministro degli Affari Esteri della Repubblica Italiana Gianni De Michelis e il Presidente dell’Istituto per la Ricostruzione Industriale Franco Nobili, segnò il punto di partenza per i rapporti bielorusso-italiani. Le priorità della cooperazione bilaterale con l’Italia in campo economico furono fissate nella Dichiarazione congiunta del Governo della Repubblica di Belarus e il Governo della Repubblica Italiana sulle relazioni economiche firmata il 13 aprile 1992 a Roma.

Nel maggio del 1992 a Minsk fu aperta l’Ambasciata della Repubblica Italiana. Gian Luca Bertinetto fu nominato il primo Ambasciatore italiano nella Repubblica di Belarus.

Nell’ottobre del 1992 a Venezia si tenne la prima conferenza scientifica dedicata alla storia dei contatti bielorusso-italiani fin dal Rinascimento, intitolata “Da Polotsk e Nesvizh a Padova e Venezia”. A quel tempo sulla sede dell’Università degli Studi di Padova fu inaugurata una targa in onore del primo editore bielorusso Francysk Skorina.

L’11 gennaio 1993 a Minsk fu firmato l’Accordo tra il Ministero dell’Interno della Repubblica di Belarus e il Ministero dell’Interno della Repubblica Italiana sullo scambio delle informazioni computerizzate sul traffico illecito di stupefacenti e sostanze psicotrope via la “rotta balcanica”. Dalla parte bielorussa l’Accordo fu firmato dal Vice Ministro dell’Interno Nikolai Sereda, dalla parte italiana – dal Direttore Generale per il Coordinamento e Pianificazione delle Forze di Polizia del Ministero dell’Interno Gaetano Piccolella.

In attuazione della Dichiarazione intergovernativa sulle relazioni economiche il 20 aprile 1993 fu firmato, attraverso lo scambio delle note tra l’Ambasciata d’Italia a Minsk e il Comitato di Stato per le Relazioni Economiche con l’Estero della Repubblica di Belarus, l’Accordo intergovernativo per la concessione alla Repubblica di Belarus di una linea di credito di 100 miliardi di lire italiane.

Il 29 aprile 1993 la Repubblica di Belarus formalizzò la successione alla Convenzione tra il Governo dell’URSS e il Governo della Repubblica Italiana per evitare le doppie imposizioni.

Il 28 maggio 1993 a Roma i Ministri dell’Interno dei due Paesi Vladimir Yegorov e Nicola Mancino firmarono l’Accordo tra il Ministero dell’Interno della Repubblica di Belarus e il Ministero dell’Interno della Repubblica Italiana sulla cooperazione nella lotta contro il traffico illecito di sostanze stupefacenti e psicotrope e contro la criminalità organizzata.

Il 22 luglio 1993 il Consiglio dei Ministri della Repubblica di Belarus approvò il Decreto n.485 con il quale a Roma si apriva il Consolato Generale della Repubblica di Belarus, divenuto operativo dal novembre 1993 con l’arrivo del Console Generale Sergei Shilovich.

Dal 30 novembre al 1° dicembre 1993 il Ministro degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus Pyotr Kravchenko visitò Roma per partecipare alla riunione della CSCE.

Il 17 dicembre 1993 a Roma fu firmato l’Accordo tra il Comitato per la protezione sociale dei militari presso il Consiglio dei Ministri della Repubblica di Belarus e il Ministero della Difesa della Repubblica Italiana sul mantenimento delle sepolture il rimpatrio dei resti dei cittadini bielorussi e italiani caduti nella II Guerra Mondiale.

Nel luglio del 1994 il Ministro degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus Pyotr Kravchenko visitò Trieste per partecipare a una riunione dell’Associazione dell’Iniziativa Centro-Europea.

Il 25 giugno 1995 a Minsk fu firmato l’Accordo tra il Governo della Repubblica di Belarus e il Governo della Repubblica italiana sulla promozione e protezione degli investimenti. La firma del documento costituì il motivo per la prima visita in Belarus di una delegazione governativa italiana guidata da un Sottosegretario agli Affari Esteri. Dalla parte bielorussa l’Accordo fu firmato dal Vice Ministro degli Affari Esteri Albert Dobromudrov, dalla parte italiana – dal Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri Emanuele Scammacca del Murgo e dell’Agnone.

Il 2 aprile 1996 a Firenze nella presenza del Console Generale bielorusso fu instaurata una lapide in memoria di Michal Kleofas Oginski.

Il 19 settembre 1996 e il 25 febbraio 1997 entrambe le Camere del Parlamento della Repubblica Italiana ratificarono l’Accordo di partenariato e cooperazione tra le Comunità europee e i loro Stati membri e la Repubblica di Belarus. La legge di ratifica fu firmata dal Presidente della Repubblica Italiana Oscar Luigi Scalfaro il 4 marzo 1997.

Il 15 marzo 1997 il nuovo Ambasciatore italiano a Minsk Giovanni Ceruti presentò le Credenziali al Presidente della Repubblica di Belarus Alexander Lukashenko.

Il 12 agosto 1997, dopo la ratifica da parte del Parlamento Italiano, entrò in vigore l’Accordo intergovernativo bilaterale sulla promozione e protezione degli investimenti.

Il 4 febbraio 1998 con Decreto del Presidente della Repubblica di Belarus n.59 Sig.ra Natalia Drozd fu nominata Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica di Belarus nella Repubblica Italiana.

Il 15 maggio 1998 l’Ambasciatore Drozd presentò le Credenziali al Presidente della Repubblica Italiana Oscar Luigi Scalfaro.

Dal 28 al 30 aprile 1999 si svolse la visita in Italia del Primo Vice Ministro degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus Sergei Martynov.

Nel luglio del 1999 a Minsk si tennero le prime consultazioni tra i Ministeri degli Affari Esteri bielorusso ed italiano a livello dei Vice Ministri.

Nel maggio del 2000 il Vice Primo Ministro della Repubblica di Belarus Ural Latypov visitò l’Italia per partecipare alle presentazioni dell’economia bielorussa a Firenze e a Napoli.

Il 6 giugno 2000 l’Ambasciatore italiano a Minsk Giovanni Ceruti fu ricevuto dal Primo Ministro bielorusso Vladimir Yermoshin.

Il 23 giugno 2000 il Vice-Presidente della Regione Emilia-Romagna Vera Negri Zamagni ricevette a Bologna l’Ambasciatore bielorusso Natalia Drozd.

Nel 2000 nella II Legislatura dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Belorussia e nella XIII Legislatura del Parlamento italiano furono costituiti i gruppi bilaterali di amicizia. Quello dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Belarus per la cooperazione con il Parlamento della Repubblica Italiana fu presieduto da Mikhail Sosonko, mentre l’Associazione parlamentare “Amici della Bielorussia” creata nel Parlamento Italiano fu guidata da Alberto Lembo.

Il 4 gennaio 2001 il Presidente della Repubblica di Belarus Alexander Lukashenko ricevette l’Ambasciatore italiano Giovanni Ceruti al termine della sua missione diplomatica a Minsk.

Il 22 gennaio 2001 il nuovo Ambasciatore italiano Stefano Benazzo presentò le Credenziali al Presidente della Repubblica di Belarus Alexander Lukashenko. Durante la cerimonia, il diplomatico italiano disse: “Sto cominciando a lavorare sodo per mantenere e rendere più intensa la nostra amicizia e cooperazione”.

Il 22 febbraio 2001 il Ministro dell’Interno bielorusso Vladimir Naumov ricevette a Minsk una delegazione del Ministero dell’Interno italiano.

Dall’8 all’11 marzo 2001 si svolse una visita a Roma di una delegazione parlamentare bielorussa guidata dal Presidente del Consiglio della Repubblica dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Bielorussia Alexander Voitovich che partecipò ad una riunione della Commissione parlamentare dell’InCE.

Dal 15 al 17 marzo 2001 una delegazione governativa bielorussa guidata dal Vice Primo Ministro Mikhail Demchuk partecipò al Terzo Global Forum a Napoli. Il capo della delegazione incontrò il Ministro della Pubblica Amministrazione della Repubblica Italiana Franco Bassanini.

Il 28 marzo 2001 l’Ambasciatore italiano a Minsk Stefano Benazzo fu ricevuto dal Primo Ministro bielorusso Vladimir Yermoshin. Il Capo del Governo bielorusso espresse la disponibilità del Paese a sviluppare ulteriormente le relazioni politiche ed economiche con l’Italia.

Dal 17 al 18 aprile 2001 si svolse una visita a Roma del Presidente del Comitato Doganale Statale della Repubblica di Belarus Vladimir Makarevich.

Il 22 giugno 2001 il Vice Ministro degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus Sergei Martynov partecipò alla conferenza dei Ministri degli Affari Esteri dell’InCE a Milano.

Il 25 luglio 2001 nella XIV Legislatura del Parlamento Italiano fu ricostituita l’Associazione parlamentare “Amici della Bielorussia”, guidata, come nella XIII Legislatura, da Alberto Lembo.

L’8 settembre 2001 a Minsk si tenne la prima riunione congiunta del Gruppo di lavoro dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Belarus per la cooperazione con il Parlamento della Repubblica Italiana e dell’Associazione parlamentare “Amici della Bielorussia”, presieduta da Mikhail Sosonko e Alberto Lembo.

Nel settembre del 2001 una delegazione parlamentare italiana che comprendeva Clemente Mastella, Domenico Contestabile e Marco Zacchera si recò a Minsk.

L’8 ottobre 2001 il primo Console Onorario della Repubblica di Belarus in Italia Michele d’Arasmo ricevette l’exequatur per l’apertura di un Consolato Onorario a Milano.

Il 26 ottobre 2001 ai margini della riunione della Commissione parlamentare dell’InCE il Presidente dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Belarus Alexander Voitovich incontrò il Presidente del Senato della Repubblica Italiana Marcello Pera, mentre nel novembre del 2001 a Trieste durante il Vertice dell’InCE si incontrarono per la seconda volta i Capi dei due Governi – il Primo Ministro della Repubblica di Belarus Gennady Novitsky e il Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Silvio Berlusconi.

Nell’ottobre 2001 a Cagliari nacque l’Associazione di Amicizia, Cultura e Cooperazione “Sardegna-Belarus”, presieduta da Giuseppe Carboni.

L’8 novembre 2001 fu firmato il primo protocollo di collaborazione nel campo di adozioni internazionali tra il Ministero dell’Istruzione della Repubblica di Belarus e la Commissione per le adozioni internazionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana.

Il 20 dicembre 2001 l’Ambasciatore italiano a Minsk Stefano Benazzo fu ricevuto dal Primo Ministro bielorusso Gennady Novitsky.

All’inizio del 2002 Carla Mazzuca divenne presidente dell’Associazione parlamentare “Amici della Bielorussia” alla XIV Legislatura del Parlamento Italiano.

Dal 2 al 4 aprile 2002 una delegazione della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia guidata dal Presidente Renzo Tondo si recò a Minsk.

Dal 9 all’11 aprile 2002 a Minsk si svolsero le trattative tra le delegazioni del Ministero dell’Istruzione della Repubblica di Belarus e della Commissione per le adozioni internazionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana, in seguito ai quali fu firmato un nuovo protocollo sulla cooperazione nel campo delle adozioni internazionali.

Il 16 luglio 2002 fu firmato l’Accordo di cooperazione tra il Comitato Esecutivo della Regione di Gomel della Repubblica di Belarus e la Giunta della Regione Piemonte della Repubblica Italiana – il primo accordo di cooperazione tra le regioni bielorusse e quelle italiane.

Dal 10 all’11 ottobre 2002 a Minsk si svolse il secondo round di trattative tra il Ministero dell’Istruzione della Repubblica di Belarus e la Commissione per le adozioni internazionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana, conclusosi con la firma di un rispettivo protocollo.

Dal 21 al 22 ottobre 2002 si svolse una visita a Minsk del relatore del Comitato politico dell’Assemblea parlamentare dell’Unione dell’Europa Occidentale Marco Zacchera.

Dal 21 al 23 ottobre 2002 il Vice Ministro delle risorse naturali e della tutela ambientale della Repubblica di Belarus Alexander Apatsky si recò a Lucca per partecipare alla Prima riunione degli Stati parti della Convenzione sull’accesso alle informazioni, la partecipazione del pubblico ai processi decisionali e l’accesso alla giustizia in materia ambientale.

Dal 5 all’8 novembre 2002 a Minsk si svolse il terzo round di trattative tra il Ministero dell’Istruzione della Repubblica di Belarus e la Commissione per le adozioni internazionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana, conclusosi con la firma di un rispettivo protocollo.

Dal 25 al 29 novembre 2002 Alexander Apatsky visitò partecipare al Sesto incontro della Conferenza delle parti della Convenzione di Vienna per la protezione dello strato di ozono e la Quattordicesima riunione delle parti del Protocollo di Montreal sulle sostanze che riducono lo strato di ozono.

Il 6 dicembre 2002 con il Decreto del Presidente della Repubblica di Belarus n.592 Aleksei Skripko fu nominato Ambasciatore Straordinario e Plenipotenziario della Repubblica di Belarus nella Repubblica Italiana.

Il 6 febbraio 2003 l’Ambasciatore Skripko presentò le Credenziali al Presidente della Repubblica Italiana Carlo Azeglio Ciampi.

Il 18 aprile 2003 a Minsk fu firmato l’Accordo tra il Governo della Repubblica di Belarus e il Governo della Repubblica Italiana sulla cooperazione e reciproca assistenza amministrativa in materia doganale. L’Accordo fu firmato dal Presidente del Comitato Doganale Statale Alexander Shpilevsky e dal Direttore Generale dell’Agenzia delle Dogane della Repubblica Italiana Mario Andrea Guaiana.

Dal 26 al 30 maggio 2003 si tenne una missione in Italia del presidente del Gruppo di lavoro dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Belarus per la cooperazione con il Parlamento della Repubblica Italiana Mikhail Sosonko.

Il 2 giugno 2003 l’Ambasciatore italiano a Minsk Stefano Benazzo fu ricevuto dal Primo Ministro della Repubblica di Belarus Gennady Novitsky.

Il 3 giugno 2003 nella sede del Ministero degli Affari Esteri bielorusso fu firmato l’Accordo tra il Governo della Repubblica di Belarus e il Governo della Repubblica Italiana sulla regolamentazione reciproca dell’autotrasporto di viaggiatori  e merci. Dalla parte bielorussa l’Accordo è stato firmato dal Ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni Mikhail Borovoy, dalla parte italiana – dall’Ambasciatore Stefano Benazzo.

Dall’8 al 12 giugno 2003 a Roma, Bologna e in altre città della Regione Emilia-Romagna si svolsero le Giornate dell’economia bielorussa a cui partecipò una delegazione ufficiale bielorussa guidata dal Vice Ministro degli Affari Esteri Alexander Mikhnevich e partecipata dai capi dei maggiori gruppi industriali bielorussi “Belneftekhim”, “Bellegprom”, “Bellesbumprom” e della banca “Belvneshekonombank”.

Il 18 luglio 2003 il nuovo Ambasciatore d’Italia a Minsk Guglielmo Ardizzone presentò le Credenziali al Presidente della Repubblica di Belarus Alexander Lukashenko. Durante la conversazione con il Capo della Rappresentanza Diplomatica italiana il Presidente Lukashenko espresse l’auspicio che la presidenza italiana dell’Unione europea potesse diventare un “ponte” per rafforzare le relazioni tra la Belarus e l’Unione europea.

Dal 22 al 24 luglio 2003 una delegazione parlamentare italiana guidata da Roberto Rosso si recò a Minsk per partecipare ad una riunione della Commissione speciale dell’Assemblea parlamentare dell’InCE.

Il 28 luglio 2003 il Console Onorario della Repubblica di Belarus a Napoli  Claudio Panarella ricevette l’exequatur.

Nel luglio 2003 si tennero le Giornate della cultura bielorussa a Cagliari, il capoluogo della Regione Autonoma della Sardegna.

Il 19 settembre 2003 l’exequatur fu concesso al Console Onorario della Repubblica di Belarus a Vicenza Alberto Lembo.

Il 26 novembre 2003 l’Ambasciatore d’Italia a Minsk Guglielmo Ardizzone fu ricevuto a Vitebsk dal Presidente della Giunta regionale di Vitebsk Vladimir Andreichenko.

Dal 27 al 29 novembre 2003 il presidente del Comitato Doganale Statale bielorusso Alexander Shpilevsky si recò a Roma per partecipare alla conferenza internazionale “Le nuove frontiere dell’Unione europea: il rafforzamento della cooperazione doganale con i paesi vicini”.

Il 23 febbraio 2004 il Presidente della Giunta regionale di Brest Vladimir Dolgolev ricevette l’Ambasciatore d’Italia Guglielmo Ardizzone.

Dal 29 febbraio al 2 marzo 2004 l’Assemblea Nazionale della Repubblica di Belarus ospitò una visita di due giorni della delegazione parlamentare italiana guidata dal Presidente della IV Commissione del Senato della Repubblica Italiana Domenico Contestabile. Nel corso della visita la delegazione fu ricevuta, oltre al Consiglio della Repubblica e alla Camera dei Rappresentanti dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Bielorussia, anche presso la Segreteria di Stato del Consiglio di Sicurezza della Repubblica di Belarus.

Dal 18 al 20 marzo 2004 le delegazioni parlamentari bielorussa e italiana si incontrarono a Lubiana (Slovenia) nel corso di una riunione della Commissione parlamentare dell’InCE.

Dal 24 al 28 aprile 2004 il Ministro dell’Energia bielorusso Eduard Tovpenets frequentò il II Forum Internazionale per l’Energia di Roma.

Il 26 aprile 2004 l’exequatur fu concesso al Console Onorario della Repubblica di Belarus a Torino Fabrizio Comba.

Dal 25 al 28 aprile 2004 il Presidente del Comitato per i problemi inerenti alle conseguenze della catastrofe alla centrale nucleare di Chernobyl presso il Consiglio dei Ministri bielorusso Vladimir Tsalko visitò Torino per assistere all’inaugurazione del progetto informativo e artistico “Il 26 aprile …”.

Il 12 maggio 2004 l’Ambasciatore italiano Guglielmo Ardizzone fu ricevuto dal Presidente della Giunta regionale di Gomel Alexander Yakobson.

Dal 26 al 28 maggio 2004 una delegazione governativa bielorussa con a capo il Primo Ministro Sergei Sidorsky visitò Milano su invito del Sindaco della città Gabriele Albertini.

Dal 14 al 16 ottobre 2004 a Minsk si tenne la prima riunione della Commissione mista bielorusso-italiana per l’autotrasporto internazionale.

Dal 25 al 29 ottobre 2004 a Trieste e a Roma si svolsero le Giornate della Repubblica di Belarus nella Repubblica Italiana, alle quali partecipò una delegazione governativa bielorussa guidata dal Vice Primo Ministro Vladimir Drazhin.

Nella Terza Legislatura dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Bielorussia il Gruppo di lavoro per la cooperazione con il Parlamento della Repubblica Italiana fu guidato da Mikhail Sosonko.

L’8 aprile 2005 nel corso del soggiorno a Roma del Presidente del Consiglio della Repubblica della Repubblica di Belarus Gennady Novitsky, il quale guidava una delegazione ufficiale alle esequie del Papa Giovanni Paolo II, si tenne il suo incontro con il Vice Presidente della Camera dei Deputati del Parlamento Italiano Clemente Mastella.

Dal maggio 2005 il Gruppo di lavoro della Terza Legislatura dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Belarus per la cooperazione con il Parlamento della Repubblica Italiana fu guidato da Alexander Arkhipov.

Nel giugno 2005 la Repubblica di Belarus partecipò per la prima volta all’Esposizione Internazionale d’Arte “La Biennale” a Venezia.

Dal 31 luglio al 4 agosto 2005 si svolse una visita di lavoro a Minsk del Presidente della III Commissione permanente del Senato italiano Fiorello Provera.

Dal 10 al 12 settembre 2005 Minsk ha ospitato una delegazione del Comune di Roma guidata dal Presidente del Consiglio Comunale Giuseppe Mannino.

L’11 agosto 2005 il Ministro delle Tasse e delle Imposte della Repubblica di Belarus Anna Deiko e l’Ambasciatore italiano a Minsk Guglielmo Ardizzone firmarono a Minsk la Convenzione tra il Governo della Repubblica di Belarus e il Governo della Repubblica italiana per evitare le doppie imposizioni in materia di imposte sul reddito e sul patrimonio e per prevenire le evasioni fiscali.

Il 7 ottobre 2005 l’Ambasciatore italiano Guglielmo Ardizzone fu ricevuto dal Presidente della Commissione permanente del Consiglio della Repubblica dell’Assemblea nazionale della Repubblica di Belarus per gli affari esteri e la sicurezza nazionale Nikolai Cherginets.

Dal 13 al 14 ottobre 2005 a Minsk si recò una missione tecnica della Commissione per le adozioni internazionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e del Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Italiana.

Alla fine di ottobre del 2005, la capitale bielorussa ospitò una delegazione parlamentare italiana guidata dalla Presidente della Commissione per l’Infanzia del Parlamento Italiano Maria Burani Procaccini. Il 25 ottobre la delegazione italiana fu ricevuta dal Presidente della Commissione permanente per gli affari esteri e la sicurezza nazionale del Consiglio della Repubblica dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Belarus Nikolai Cherginets, dal Presidente della Commissione permanente per la legislazione e la costruzione dello Stato Natalia Andreichik e dal Presidente della Commissione permanente per gli affari sociali Anatoly Novikov e il 26 ottobre — dal Presidente della Camera dei Rappresentanti dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Belarus Vladimir Konoplev.

Nel novembre del 2005 fu inaugurato il Consolato Onorario della Repubblica di Bielorussia a Vicenza, guidato dal Console Onorario Alberto Lembo.

Il 9 dicembre 2005 in collaborazione con l’Ambasciata d’Italia a Minsk fu inaugurata l’aula della filologia italiana presso la Facoltà di lettere dell’Università Statale Bielorussa.

Il 12 dicembre 2005 a Minsk fu firmato il Protocollo di collaborazione tra il Ministero dell’Istruzione della Repubblica di Belarus e la Commissione per le adozioni internazionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana in materia di adozione di minori, cittadini della Repubblica di Belarus da parte di cittadini italiani Da parte bielorussa il documento fu firmato dal Ministro dell’Istruzione Alexander Radkov, da parte italiana – dalla Presidente della Commissione per le adozioni internazionali presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri Roberta Capponi e un funzionario del Ministero degli Affari Esteri Giuseppe Panocchia.

Nel gennaio del 2006 la delegazione parlamentare italiana all’Assemblea parlamentare del Consiglio d’Europa adottò un appello al Presidente dell’APCE inerente la Belarus, nel quale qualificava i tentativi di isolare il Paese “erronei e strategicamente sbagliati”. Nell’appello si sottolineava in particolare come una “frettolosa e mal ponderata adozione di una risoluzione alla vigilia delle elezioni presidenziali in Bielorussia potrebbe bloccare ogni possibilità di una relazione positiva tra il Consiglio d’Europa e il popolo della Bielorussia, causando la chiusura effettiva dei canali di contatti con i rappresentanti dei cittadini di questo Paese”.

Dal 29 gennaio al 1° febbraio 2006 Minsk ospitò una visita dei senatori italiani Ivo Tarolli e Giovanni Pietro Murineddu. In un incontro con la delegazione italiana il 30 gennaio 2006 il Presidente della Commissione permanente del Consiglio della Repubblica dell’Assemblea nazionale della Repubblica di Belarus per gli affari esteri e la sicurezza nazionale Nikolai Cherginets disse: “Siamo pronti a creare le condizioni per lo sviluppo delle imprese italiane nel nostro Paese. Ci sono opportunità di cooperazione in economia, nel commercio, nel turismo e nella cultura”.

Il 31 gennaio 2006 Ivo Tarolli e Giovanni Pietro Murineddu furono ricevuti dalla Presidente della Commissione centrale per le elezioni e referendum della Repubblica di Belarus Bielorussia Lidia Yermoshina e dal Segretario della stessa Commissione Nikolai Lozovik.

Dal 21 al 25 giugno 2006 una delegazione parlamentare bielorussa partecipò alla XIII Assemblea Generale dell’Assemblea interparlamentare dell’Ortodossia a Venezia.

Dal 19 al 23 marzo 2007 una delegazione parlamentare bielorussa guidata dal presidente del Gruppo di lavoro dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Belarus per la cooperazione con il Parlamento della Repubblica Italiana Alexander Arkhipov visitò l’Italia su invito del Vice Presidente del Senato della Repubblica Italiana Roberto Calderoli.

Il 22 marzo 2007 a Minsk fu firmato un Protocollo sulle modifiche del Protocollo di cooperazione tra il Ministero della Pubblica Istruzione e della Commissione sulle adozioni internazionali del Presidium del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana per l'adozione dei cittadini minori della Repubblica di Bielorussia cittadini d'Italia.

Il 10 maggio 2007 a Minsk fu firmato l’Accordo tra il Governo della Repubblica di Belarus e il Governo della Repubblica Italiana sulle condizioni di risanamento a titolo gratuito nella Repubblica Italiana dei cittadini minorenni della Repubblica di Belarus. Dalla parte bielorussa l’Accordo fu firmato dal Ministro dell’Istruzione Alexander Radkov, dalla parte italiana – dal Direttore Generale per gli italiani all’estero e le politiche migratorie del Ministero degli Affari Esteri italiano Adriano Benedetti.

Il 18 maggio 2007 a Milano fu inaugurato l’ufficio di rappresentanza della banca bielorussa “Belagroprombank” in Italia. All’evento partecipò una delegazione governativa bielorussa guidata dal Vice Primo Ministro Ivan Bambiza.

Dal 21 al 22 giugno 2007 l’inviato speciale del Ministro degli Affari Esteri bielorusso Sergei Gaidukevich visitò Roma.

Il 20 agosto 2007 l’Ambasciatore italiano a Minsk Giglielmo Ardizzone fu ricevuto dal Primo Ministro bielorusso Sergei Sidorsky.

Nel mese di ottobre 2007 una delegazione parlamentare bielorussa partecipò alla riunione della Commissione della struttura parlamentare dell’InCE per gli affari politici e interni, svoltasi a Roma, mentre il relatore sulla Belarus del Comitato politico di APCE, deputato italiano Andrea Rigoni visitò Minsk.

Dal 1° al 5 novembre 2007 si svolse una missione a Minsk di una delegazione parlamentare italiana guidata dal Segretario Nazionale del Partito dei Comunisti Italiani Oliverio Diliberto. Il 2 novembre 2007 la delegazione fu ricevuta dal capo del gruppo di lavoro dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Belarus per la cooperazione con il Parlamento della Repubblica Italiana Alexander Arkhipov.

L’11 dicembre 2007 il nuovo Ambasciatore italiano a Minsk Norberto Cappello presentò le credenziali al Presidente della Repubblica di Belarus Alexander Lukashenko.

Dal 13 al 14 dicembre 2007 l’Ambasciatore Cappello visitò Brest, dove fu ricevuto dai vertici della Giunta Regionale.

Dal 17 al 18 dicembre 2007 si svolse una visita a Minsk del Sindaco di Milano Letizia Moratti. Il 17 marzo 2007 durante un incontro con il Presidente della Giunta di Minsk Mikhail Pavlov fu firmato un Accordo di cooperazione tra Minsk e Milano, mentre il 18 marzo Sindaco Moratti fu ricevuta dal Primo Ministro della Repubblica di Belarus Sergei Sidorsky.

Dal 26 al 27 marzo 2008 a Roma si tenne la seconda riunione della  Commissione mista bielorusso-italiana in materia di autotrasporti internazionali di merci e passeggeri. La delegazione bielorussa alla riunione fu presieduta dal Vice Ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni della Repubblica di Belarus Nikolai Verkhovets.

Dal 7 all’8 maggio 2008 a Milano si tennero le Giornate dell’Economia Bielorussa, alle quali partecipò una delegazione governativa bielorussa guidata dal Vice Primo Ministro Andrei Kobyakov, il quale fu ricevuto dal Sindaco di Milano Letizia Moratti.

On. Alexander Arkhipov fu rieletto alla presidenza del Gruppo di lavoro dell’Assemblea Nazionale della Repubblica di Belarus per la cooperazione con il Parlamento della Repubblica d'Italiana anche nella IV Legislatura del Parlamento bielorusso.

L’11 dicembre 2008 l’Ambasciatore italiano a Minsk Norberto Cappello fu ricevuto dal Presidente della Repubblica di Belarus Alexander Lukashenko in occasione del completando la sua missione diplomatica nella capitale bielorussa.

Il 16 gennaio 2009 il Vice Ministro degli Affari Esteri della Repubblica Italiana Alfredo Mantica si recò a Minsk, dove fu ricevuto dal Capo dell’Amministrazione presidenziale Vladimir Makei e dal Ministro degli Affari Esteri Sergei Martynov.

Il 21 gennaio 2009 l’Ambasciatore della Repubblica di Belarus in Italia Evgeny Shestakov presentò le credenziali al Presidente della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano.

Un grande impulso ai rapporti italo-bielorusso fu dato nel corso della visita a Roma del Ministro degli Affari Esteri bielorusso Sergei Martynov dal 23 al 26 febbraio 2009, nel corso della quale il titolare del dicastero diplomatico fu ricevuto dal Ministro degli Affari Esteri italiano Franco Frattini. Durante la visita fu firmato il Memorandum d’intesa tra il Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus e il Ministero degli Affari Esteri della Repubblica Italiana sulle consultazioni politiche di alto livello.

Il 3 aprile 2009 il nuovo Ambasciatore italiano a Minsk Giulio Prigioni presentò le credenziali al Presidente della Repubblica di Belarus Alexander Lukashenko.

Dal 7 all’8 aprile 2009 a Minsk si tenne la terza riunione della Commissione mista bielorusso-italiana in materia di autotrasporti internazionali di merci e passeggeri.

Il 9 aprile 2009 a Roma si svolsero le consultazioni tra i Ministeri degli Affari Esteri bielorusso e italiano a livello del Vice Ministro Valery Voronetsky e Sottosegretario di Stato Alfredo Mantica.

Il 27 aprile 2009 il Presidente della Repubblica di Belarus Alexander Lukashenko fu ricevuto a Roma dal Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Silvio Berlusconi. Quell’incontro inaugurò una nuova stagione nei rapporti bielorusso-italiani, portando il dialogo politico bilaterale ai massimi livelli.

Dal 24 al 27 giugno 2009 il Vice Ministro degli Affari Esteri bielorusso Sergei Aleinik fu ricevuto a Roma dal Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri italiano Alfredo Mantica e dal Sottosegretario di Stato alla Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Gianni Letta.

Il Ministro degli Affari Eteri bielorusso Sergei Martynov ebbe un colloquio con il Ministro degli Affari Esteri italiano Franco Frattini ai margini della riunione informale dei Ministri degli Affari Esteri degli Stati membri dell’OSCE sulla sicurezza europea (Corfù, 27-28 giugno 2009).

Dal 20 al 22 luglio 2009 si svolse la prima missione a Minsk di una delegazione dell’Associazione Bancaria Italiana.

Il 1° settembre 2009 a Danzica (Polonia) si svolse una breve colloquio tra il Primo Ministro della Repubblica di Belarus Sergei Sidorsky e il Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Silvio Berlusconi.

Il 28 settembre 2009 l’Ambasciatore italiano a Minsk Giulio Prigioni fu ricevuto dal Primo Ministro della Repubblica di Belarus Sergei Sidorsky.

Il 30 settembre 2009 si tenne una visita ufficiale in Belarus del Ministro degli Affari Esteri italiano Franco Frattini, il quale fu ricevuto dal Presidente bielorusso Alexander Lukashenko, dal Primo Ministro Sergei Sidorsky e dal Ministro degli Affari Esteri Sergei Martynov.

Il 5 novembre 2009 a Minsk si svolse il Forum economico bielorusso-italiano organizzato dalla banca “Belagroprombank”.

Il 30 novembre 2009 fu realizzata una visita ufficiale a Minsk del Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Silvio Berlusconi, durante la quale il Capo del Governo italiano incontrò il Presidente bielorusso Alexander Lukashenko. Le parti firmarono diversi trattati internazionali, tra cui l’Accordo tra il Governo della Repubblica di Belarus e il Governo della Repubblica Italiana sulla cooperazione economica, nonché raggiunsero intese concrete sulle possibilità di rafforzare ulteriormente la cooperazione bilaterale, in primo luogo, nel campo commerciale ed economico.

Ai primi di febbraio 2010 a Monaco di Baviera si svolse un incontro tra  il Ministro degli Affari Esteri bielorusso Sergei Martynov e il Ministro degli Affari Esteri italiano Franco Frattini, realizzato ai margini  della 46-a Conferenza di Monaco di Baviera sulla sicurezza internazionale.

Dal febbraio 2010 il Gruppo di amicizia bilaterale con la Belarus nell’ambito del gruppo italiano all’Unione interparlamentare fu guidato all’On. Claudio D’Amico.

Il 22 febbraio 2010 Vice Ministro dello Sviluppo Economico italiano Adolfo Urso partecipò al Forum Economico bielorusso-italiano a Minsk.

Dall’8 al 10 marzo 2010 una delegazione del Ministero dello Sport e del Turismo bielorusso guidata dal Direttore del Dipartimento per il Turismo Viktor Yankovenko visitò Roma. Durante la visita la delegazione fu ricevuta presso il Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del turismo e le maggiori associazioni dei tour operator italiani.

Il 23 marzo 2010 a Portogruaro si tenne un incontro tra il Vice Ministro degli Affari Esteri bielorusso Valery Voronetsky e il Vice Ministro dello Sviluppo Economico italiano Adolfo Urso.

Il 17 maggio 2010 l’Ambasciatore italiano a Minsk Giulio Prigioni fu ricevuto dal Primo Ministro bielorusso Sergei Sidorsky.

Dal giugno a settembre 2010 la Repubblica di Belarus partecipò al 54-a Esposizione Internazionale d’Arte “La Biennale” a Venezia.

Il 5 luglio 2010 il nuovo Console Onorario bielorusso a Napoli Vincenzo Trani ricevette l’exequatur.

Il 22 settembre 2010 i Ministri degli Affari Rsteri della Repubblica di Belarus e della Repubblica Italiana Sergei Martynov e Franco Frattini si incontrarono a New-York a margine della 65a sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite.

Dall’8 al 10 ottobre 2010 il Vice Presidente della Camera dei Rappresentanti dell’Assemblea nazionale della Repubblica di Belarus Vladimir Guminsky partecipò alla sessione autunnale dell’Assemblea Parlamentare dell’OSCE a Palermo, incontrandovi il capo della delegazione italiana presso AP OSCE, On. Riccardo Migliori.

Dal 10 al 13 ottobre 2010 si svolse una visita a Roma di una delegazione della comunità bancaria bielorussa che partecipò ad un forum interbancario bielorusso-italiano.

Dal 7 al 9 ottobre 2010 una  delegazione della giunta del distretto di Minsk visitò Cagliari, dall’11 al 15 ottobre 2010 una delegazione della giunta della regione di Vicebsk visitò Brescia.

Il 25 ottobre 2010 il nuovo Ambasciatore italiano a Minsk Arnaldo Abeti presentò le credenziali al Presidente della Repubblica di Belarus.

Il 1° dicembre 2010 a margine del Vertice OSCE di Astana si svolse un breve incontro tra il Presidente della Repubblica di Belarus Alexander Lukashenko e il Presidente del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Silvio Berlusconi.

Il 1° dicembre 2010 l’Ambasciatore italiano a Minsk Arnaldo Abeti fu ricevuto dal Primo Ministro della Repubblica di Belarus Sergei Sidorsky.

Dal 21 al 23 dicembre 2010 si svolse una visita a Roma del Ministro degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus Sergei Martynov, durante la quale egli incontrò il Ministro degli Affari Esteri italiano Franco Frattini e il Ministro dello Sviluppo Economico italiano Paolo Romani.

Il 3 febbraio 2011 l’Ambasciatore italiano a Minsk Arnaldo Abeti fu ricevuto dal Ministro dei Trasporti e delle Comunicazioni bielorusso Ivan Shcherbo.

Il 10 marzo 2011 il Console Onorario bielorussa a Reggio nell’Emilia Antonio Sottile ricevette l’exequatur.

Il 10 giugno 2011 a Trieste si svolse l’incontro tra i Ministri degli Affari Esteri bielorusso ed italiano Sergei Martynov e Franco Frattini, nel corso del quale furono firmati una serie di accordi intergovernativi sulla cooperazione culturale, nel campo dell’istruzione, scientifica e tecnologica. Inoltre, il Ministro Martynov e il Ministro dello Sviluppo Economico italiano Paolo Romani firmarono il Memorandum per lo sviluppo del distretto industriale italiano della regione di Brest.

La parte italiana inoltre completò le procedure interne necessarie per l’entrata in vigore dell’Accordo intergovernativo di cooperazione e di assistenza amministrativa reciproca in materia doganale, firmato a Minsk il 18 aprile 2003. Esso entrò in vigore il 1° luglio 2011.

Dal 26 al 29 luglio 2011 si tenne una visita ufficiale a Roma del Ministro per le Situazioni d’Emergenza della Repubblica di Belarus Vladimir Vashchenko, durante la quale egli fu ricevuto dal Capo del Dipartimento della Protezione Civile della Presidenza del Consiglio dei Ministri della Repubblica Italiana Franco Gabrielli e dal Capo del Dipartimento dei vigili del fuoco, del soccorso pubblico e della difesa civile del Ministero dell’Interno della Repubblica Italiana Francesco Paolo Tronca.

Alla fine di settembre 2011 i Ministri degli Affari Esteri bielorusso ed italiano Sergei Martynov e Franco Frattini si incontrarono a margine della 65a sessione dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite a New-York.

6-7 ottobre 2011 su invito dell’ISTAT una delegazione del Comitato Nazionale di Statistica bielorusso guidata dalla Vice Presidente Elena Kukharevich visitò Roma.

Dal 20 al 21 ottobre 2011 a Reggio nell’Emilia fu inaugurata la sede del Consolato Onorario della Repubblica di Belarus.

Dal 25 al 27 ottobre 2011 una delegazione governativa bielorussa guidata dal Vice Primo Ministro Sergei Rumas partecipò al 1° Meeting Internazionale dei partecipanti all’Expo 2015 a Milano, svoltosi tra Milano e Como.

Il 25 novembre 2011 a Milano si svolse una presentazione delle opportunità economiche e di investimento in Belarus con la partecipazione del Presidente della Giunta Regionale di Brest Konstantin Sumar. Al centro della presentazione vi fu la Regione di Brest e il progetto del distretto industriale italiano, in via di creazione sulla base della zona franca “Brest”.

Il 3 febbraio 2012 l’Ambasciatore italiano a Minsk Arnaldo Abeti fu ricevuto a Brest dal Presidente della Giunta Regionale Konstantin Sumar.

Dal 6 all’8 febbraio 2012 a Minsk so svolse la prima riunione della Commissione interministeriale bielorusso-italiana per la cooperazione nel settore dell'istruzione.

Tra la fine di marzo e i primi di aprile 2012 si tenne una visita a Minsk del Presidente della Regione Autonoma della Sardegna Ugo Cappellacci. La delegazione sarda fu ricevuta dal Presidente della Giunta Regionale di Minsk Boris Batura e dal Vice Ministro degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus Sergei Aleinik. Durante la visita fu firmato l’Accordo di cooperazione tra la Regione di Minsk e la Regione Autonoma della Sardegna.

Le delegazioni parlamentari bielorussa e italiana si incontrarono a margine della 126a Assemblea dell’Unione Interparlamentare che si tenne dal 31 marzo al 5 aprile 2012 a Kampala (Uganda).

Dal 2 al 6 maggio 2012 si svolse una visita a Roma del Vice Ministro dell’Istruzione bielorusso Vladimir Yakzhik che presiedette la seconda riunione della Commissione interministeriale bielorusso-italiana per la cooperazione nel settore dell’istruzione.

Dal 14 al 15 maggio 2012 il Capo di Gabinetto del Ministro per la cooperazione internazionale e l’integrazione della Repubblica Italiana Mario Morcone visitò Minsk.

Il 13 giugno 2012 a Trieste il Vice Ministro degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus Elena Kupchina partecipò alla riunione annuale di lavoro dei Ministri degli Affari Esteri degli Stati membri dell’InCE, incontrando a margine dell’evento il Sotto to il Sottosegretario di Stato agli Affari Esteri della Repubblica Italiana Marta Dassù e il Presidente della Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia Renzo Tondo.

Il 12 luglio 2012 a Roma i rappresentanti dei Ministeri dell’Istruzione bielorusso ed italiano firmarono il Protocollo esecutivo dell’Accordo intergovernativo sulla cooperazione nel campo dell’istruzione.

Dal 25 al 27 luglio 2012 il Ministro degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus Sergei Martynov effettuò una visita di lavoro in Italia, durante la quale ha incontrato il neo-eletto Presidente dell’Assemblea parlamentare dell’Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa Riccardo Migliori, nonché alcuni rappresentanti del Parlamento e del Governo italiano.

Il 22 ottobre 2012 il Console Onorario della Repubblica di Belarus a Firenze Marco Bacci ricevette l’exequatur.

Dal 9 al 13 ottobre 2012 una delegazione della Camera di Commercio Bielorussa guidata dal Presidente Mikhail Myatlikov visitò Milano per partecipare al II Incontro internazionale dei partecipanti all'EXPO 2015.

Dal 3 al 7 novembre 2012 il Ministro dell'Interno bielorusso Igor Shunevich si recò a Roma per partecipare alla 81a Assemblea generale di Interpol.

Dal 27 al 30 novembre 2012 il Ministro delle risorse naturali e della protezione dell'ambiente bielorusso Vladimir Tsalko venne a Roma per partecipare alla 6a Riunione della Conferenza delle Parti della Convenzione sull'acqua.

Il 21 febbraio 2013 a Roma si svolse la quarta riunione della Commissine mista bielorusso-italiana in materia di autotrasporti internazionali di merci e passeggeri presieduta dalla parte bielorussa dal Vice Ministro del Trasporto e delle Comunicaioni Aleksandr Shishko. 

Negli anni 2013-2014 si sono svolte le visite a Roma della Vice Ministro degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus Kupchina E.N.

Il Ministro per le Situazioni d’Emergenza della Repubblica di Belarus Vashchenko V.A. ha partecipato alla Riunione dei Ministri Europei sulla riduzione dei rischi di calamità, svoltasi a Milano dal 7 al 9 luglio 2014.

Dal 14 al 19 settembre 2014 si è tenuta la visita del Ministro dell’Istruzione della Repubblica di Belarus Maskevich S.A. a Cagliari (Sardegna).

Nel 2014 la Repubblica di Belarus è stata visitata dall’ex Ministro degli Affari Esteri della Repubblica Italiana F.Frattini e, successivamente, dall’ex Primo Ministro italiano e il Capo della Commissione Europea R.Prodi.

Nel 2015 ha iniziato la sua attività il Consolato Generale della Repubblica di Belarus a Milano.

A marzo del 2015 a Minsk si è svolto il terzo incontro per le Consultazioni Ministeriali dei Vice Ministri degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus e la Repubblica Italiana.

Nell’ambito della 56ma Conferenza sulla sicurezza di Monaco di Baviera, al Summit dell’ONU a settembre del 2015 si è tenuto un incontro bilaterale tra il Ministro degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus Makei V.V. e il Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale della Repubblica Italiana P. Gentiloni.

Nel 2015 la Repubblica di Belarus ha partecipato all’Esposizione Universale “EXPO-2015” a Milano.

Il 23 febbraio 2016 presso il Ministero degli Affari Esteri della Repubblica di Belarus si è svolta la prima riunione della Commissione Intergovernativa Bielorussa-Italiana sulla cooperazione economica.

Il 20 maggio 2016 si è svolto l'incontro del Presidente della Repubblica di Belarus Aleksandr Lukashenko con il Presidente della Repubblica Italiana Sergio Mattarella. Nel corso dei colloqui le Parti hanno affrontato alcune questioni di sviluppo dei rapporti economici e commerciali, delle relazioni politiche e la situazione internazionale in generale.