Language
Now in Minsk   The weather in Belarus

Principale Visitare la Bielorussia

Il perché andare in Belarus?

PER VACANZA. Deliziarsi ad ascoltare il gorgheggio dell’ usignolo dopo il rumore della metropoli. Inspirare profondamente l’aria pulita, non è un caso che i paludi bielorussi si chiamano “i polmoni dell’Europa”. Camminare a piedi nudi sull’erba verde dopo l’asfalto rovente. Bielorussia è il posto ideale per dimenticare il lavoro durante le vacanze e ricaricarsi dell’ energia per le realizzazioni future.

 

PER LA SALUTE. Le sorgenti minerali, le fonti di fango curativo, le saline e le ottime condizioni per la climatoterapia, il potere curativo della natura moltiplicato per le alte capacità professionali dei medici creano un’ ottima occasione per ricordarsi della propria salute ed approfittarsi dell’ospitabilità delle case di cura bielorusse. Se la vita ordinata del sanatorium non fà per voi, sciegliete le attività ricreative dei complessi turistici del paese. Tour in bicicletta, passeggiate a cavallo, itinerari a piedi o sull’acqua non vi faranno mai annoiare.

    

PER LE EMOZIONI. Gli angoli di natura incontaminata, migliaia di laghi e fiumi, paesaggi unici, complessi naturalistici dove ancora si conservano le rare specie di flora e fauna. Tutto questo è possibile vedere nelle riserve e oasi di protezione distinte per la loro unicità. E non solo vedere.

 

PER I TROFEI. Sempre più spesso gli ospiti dei paesi lontani e vicini cercano di capire le peculiarità della caccia nazionale bielorussa. Solo qui uno può sentirsi il partecipe della caccia reale al bisonte. Il comportamento dei cacciatori, le loro preferenze e abitudini aiutano a definire la loro nazionalità. I tedeschi vengono a cacciare gli animali grossi – alce o cervo nobile. I russi preferiscono cacciare il cinghiale d’estate. I francesi amano la caccia ai volatili: beccaccino, fagiano, gallo cedrone; gli italiani – uccelli acquatici. Gli inglesi si divertono a cacciare la volpe o il lupo. La caccia non finisce con il colpo fortunato: la legislazione bielorussa di portar via dalla Bielorussia i trofei da caccia.

 

PER L’AUTENTICITà. L’entroterra sarà interessante sia per coloro che preferiscono  il comfort di lusso sia per coloro che vorrebbero vivere nelle condizioni spartane ma autentiche. Come divertimento si popongono l’escursione all’apiario, masterclass di panificazione, tessitura di valenki (stivali di feltro) e legatura di scope, nonche l’equitazione, tiro della balestra e dell’arco, passeggiate in barca. Le vacanze in agroturismo bielorusso sono diventate da un’pò di tempo molto popolari tra gli stranieri, piuttosto tra quelli che viaggiano con i bambini.

 

PER LE NOVITà. In qualsiasi stagione dell’anno si può partecipare alle feste tradizionali popolari: Koliada (antico, pre-cristiano ciclo delle feste invernali slave, più tardi incorporato nelle festività natalizie), Maslenitsa (carnevale slavo), Kupalje (Kupala, un’antica divinità pagana della fertilità, accettata nel Cristianesimo ortodosso in coincidenza della celebrazione di San Giovanni Battista e nel giorno del solstizio d’estate), Dozhinki (celebrazione di fine della raccolta di grano, coincide con la festa cristiana dell’Assunzione della Vergine, si celebra il15/28 Agosto). Alcuni riti bielorussi fanno parte del patrimonio spirituale dell’UNESCO. Per molti stranieri sembreranno esotici anche alcuni piatti della cucina nazionale bielorussa.

 

PER I RICORDI. Bielorussia è considerata uno dei centri mondiali del turismo religioso per i giudei. Unicità dell’architettura delle chiese antiche bielorusse attrae molti pellegrini cristiani. I turisti vengono qui per vedere con i propri occhi i luoghi delle famose battaglie, nelle quali avevano partecipato i loro antenati. In Bielorussia ci sono molte stele e monumenti commemorativi nei posti di combattimento della Prima Guerra Mondiale, La Guerra del 1812 e del lontano Medioevo, erette  in onore delle vittorie sui nemici. Quasi tutto l’anno si svolgono numerose giostre per partecipare nelle quali vengono gli appassionati della storia da tutto il mondo.

 

PER I MIRACOLI. In Bielorussia si trovano almeno cinque residenze dei personaggi natalizi. La residenza di Babbo Natale nella foresta di Bialowieza è sempre aperta. Si può conoscere anche il suo trisnonno bielorusso Ziuzia Pooziorskij o visitare il museo della foresta per il quale vi guiderà il vero Leshij ( spirito tutelare dei boschi nella mitologia slava). Nei luoghi più riservati e sacri della Bielorussia la tradizione fiabesca si conserva premurosamente. Se il vostro bambino è grandicello potrebbe scoprire miracoli nella sua conoscenza con la natura viva. Per scolari e studenti esistono “itinerari verdi” per tutto il paese. Viaggiando per i sentieri ecologici delle regioni bielorusse si possono incontrare le piante rare in mezzo ai boschi secolari ed osservare gli animali e uccelli.

 

Se volete capitarvi nel cuore dell’Europa, visitare i posti dove si erano svolti importanti eventi storici e forse partecipare alle ricostruzioni delle battaglie famose, riposare nei luoghi più intatti della natura, cacciare nel bosco reale o andare a pesca a uno di migliaia di laghi glaciali, venite in Bielorussia. Qui sono sempre felici ad accoglere gli ospiti e sanno come sorprenderli.    

 

VIAGGIO IN BIELORUSSIA. ISTRUZIONI PASSO PASSO PER I TURISTI.

  1. Decidere il tipo di vacanze e comporre itinerario.
  2. Scegliere la modalità di trasporto con l’aiuto delle sezioni “Bielorussia: volare o guidare”, “Viaggiare per le strade della Bielorussia” e prenotare i biglietti.
  3. Ottenere il visto (informazioni dettagliate nella sezione “Visti”). Se vi mettete in viaggio in compagnia dei vostri amici, con la vostra famiglia, con i figli, leggete le informazioni nelle sezioni “Bielorussia. Viaggiare in gruppo” e “Bielorussia. Viaggiare con bambini”.
  4. Fare le valigie, informandosi prima cosa si può portare attraverso la dogana bielorussa. Leggere sezioneBielorussia. Regole doganali”.
  5. Lasciare spazio per i souvenir.
  6. Partire per il viaggio indimenticabile.
  7. Tornare a casa carichi di emozioni positive e desiderio di ritornare in Bielorussia.